Riders, black list per 25 vip che non lasciano la mancia ai fattorini
ATTUALITÀ & GOSSIP

MANCIA AI RIDERS: SI O NO? SICURAMENTE MOLTI VIP NON LA LASCIANO.

I riders di Milano, sulla pagina facebook “Deliverance Milano” , hanno stilato una sorta di “Black list”, composta da 25 vip, che non lasciano la mancia hai fattorini che consegnano il cibo a domicilio ordinato tramite le apposite app.

I riders, "Black List" per 25 vip che non lasciano la mancia ai fattorini.

I riders di Milano, sulla pagina facebook “Dliverance Milano”, qualche giorno fa, hanno stilato una Black list”, formata da ben 25 vip, che non lasciano la mancia ai fattorini che consegnano il cibo a domicilio ordinato tramite le apposite app.

In questa sorta di “Lista nera”, ci sono diversi personaggi pubblici: dagli influencer ai cantanti, passando per i calciatori e finendo con gli attori.

I personaggi famosi chiamati in causa, che sono stati anche riportati dal sito “Today.it” sono: Salvatore Aranzulla, Cristian Abbiati, Dj AlbertinoLeonardo Bonucci, Paolo Cannavaro, Clementino, Gianluca Cocco, Danilo D’Ambrosio, Fedez, Chiara Ferragni, Alessandro Gentile, Gonzalo Higuain, Rocco Hunt, Mauro Icardi, Teo Mammuccari, Marracash, Philippe Mexes, David Moss, Andrea Musacco, Wanda Nara, Noyz Narcos, Matteo Pichi, Platinette, Fabio Rovazzi e Matteo Sarzana.

A me a lavoro la mancia mica la danno.” “Sono pagati per fare quello.” “Se non gli sta bene che cambiassero lavoro questi giovani che non hanno voglia di fare nulla!” O ancora: “Zitti e lavorate!”

Questi sono alcuni commenti che ho letto sotto i post delle varie pagine che hanno riportato la notizia; frasi sulle quali, si può stendere un velo pietoso.

Questi pensieri che sono stati scritti da molte persone, a mio avviso, vengono espressi da quelli che non hanno mai lavorato in vita loro, non si sono mai trovati senza soldi o semplicemente, non hanno molto buon senso, oltre ad avere un’ elasticità mentale pari a quella di un procione.

Proprio per questo, proviamo a fare un ragionamento diverso, più sensato e non fatto di slogan e frasi fatte.

Posto il fatto, sul quale siamo tutti d’accordo, che i riders se la dovrebbero prendere con i propri datori di lavoro, con i sindacati e con le istituzioni che non danno loro un contratto di lavoro decente e stabile; la mancia, è semplicemente questione di “buon senso”.

Vi spiego perché: il vostro Ministro dell’interno (mio no, perché sono apolitico e mi fanno tutti vomitare), dice spesso: “Bisogna usare e avere il buon senso.”

Ecco, il “buon senso” in questo caso, ad esempio, sarebbe dare la mancia (non di 500 euro eh, ne bastano 5 o un paio di euro), quando noi stiamo comodi sul divano mentre fuori ci sono 4 gradi sotto zero, nevica e loro ci portano il cibo.

O quando diluvia e noi stiamo lì, a contare le gocce d’acqua sulla finestra, belli asciutti e al caldo.

Oppure, quando fuori ci sono 40 gradi all’ombra e noi stiamo comodi in casa con l’aria condizionata e loro, nonostante il caldo infernale, ci portano il pasto.

O più semplicemente, la mancia, potrebbe essere solamente un arrotondamento del conto; infatti, se il totale (AD ESEMPIO) è di €9.50, lasciamoglieli sti cinquanta centesimi di mancia! Ah tirchi..! Che tanto, noi non diventiamo poveri e loro non diventano ricchi.

Visto? Facendo un ragionamento un po’ più sensato, possiamo dire che lasciare la mancia al fattorino, è solamente questione di “buon senso”.

Per chiudere, vorrei dire ai “Vip”, che sicuramente hanno più soldi di me e di tantissime altre persone in Italia, di ricordarsi da dove vengono e da dove sono partiti.

Perché si, ora avete i soldi e siete diventati improvvisamente tirchi, ma anni fa, magari, al posto di questi ragazzi, a lamentarvi delle mancate mance, eravate proprio voi.

#StaywithPaciok

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.