Coronavirus italia il focolaio di Codogno è davvero l'unico o ce ne sono altri del Covid 19
ATTUALITÀ & GOSSIP

Coronavirus Italia: il focolaio è solo quello di Codogno?

Il Coronavirus in Italia è arrivato all’improvviso e sembrerebbe averci colto tutti di sorpresa e abbastanza impreparati su come fronteggiarne l’emergenza.
Sono quasi millecinquecento i positivi e trenta le persone decedute a causa del Covid 19 nel nostro paese.

Per fortuna, molte delle persone contagiate, hanno sintomi da normale influenza o modesti e pertanto, sono in isolamento a casa e non hanno la necessità dei sanitari e di essere trasportate all’ospedale.
Altre, seppur in minor numero, hanno riscontrato malori più gravi e per questo motivo sono ricoverate in ospedale e, alcune di esse, in terapia intensiva.

Coronavirus Italia e l'allarmismo dei media

Coronavirus Italia c'è solo il focolaio di Codogno?

I media hanno trasmesso un allarmismo devastante in merito al covid 19.
Tuttavia, credo che la maggior parte della colpa in merito a tutta questa psicosi che si è creata sia nostra.
Non possiamo svaligiare negozi, comprare amuchina, mascherine e disinfettanti come se non ci fosse un domani.
Sembra davvero che fino a dieci giorni fa non si lavasse nessuno.
Ammettiamolo: siamo completamente e inspiegabilmente impazziti.

È vero, non conosciamo il coronavirus e attualmente non esiste un vaccino per il Covid 19, ma molti infettivologi hanno ribadito più volte che è una normale influenza.

Certo…un po’ più più forte rispetto a quelle a cui siamo abituati, ma sempre di influenza si tratta.
Inoltre, ci hanno tenuto a precisare che le persone decedute a causa del Covid 19 erano già pazienti con patologie gravi e che, pertanto, qualsiasi comune influenza avrebbe potuto stroncarli.

Focolaio del Covid 19 a Codogno: siamo sicuri sia davvero l'unico?

I casi di coronavirus accertati fino ad ora sembrerebbero essere tutti riconducibili a Codogno.
Anche quelli di Vo Egauneo, nel padovano, sembrerebbero essere accostati al focolaio del lodigiano.
Ora…lungi da me fare dell’inutile allarmismo, anche perché andrei in contrasto con quello scritto qualche riga sopra, ma siamo sicuri sia davvero così?
Non è che i media o chi per loro, dopo aver creato un’ingiustificata psicosi ci stanno nascondendo qualcosa?

Vi spiego meglio: che i positivi nel piacentino siano andati a Codogno o abbiano avuto contatti con persone della cittadina ci sta, sono anche relativamente vicine.
Lo stesso vale per la maggior parte dei casi in Lombardia.
Che i contagiati nel modenese avessero un appalto di lavoro a Codogno mi sta bene.
Ma il ristoratore di Rimini che parrebbe essere arrivato da Cracovia con l’aereo, che contatti può aver avuto con le persone della zona rossa?
Se non era in Italia quando il virus è esploso si può parlare di un nuovo focolaio nel riminense oppure, è stato nella cittadina lombarda prima di recarsi nell’est Europa?

Ripeto: lungi da me fare dell’allarmismo.
Ma a me, sto fatto che più di due mila persone sono riconducibili allo stesso focolaio, non mi convince per niente.
Dai…a voi non è preso il dubbio che ci sia qualche altro focolaio che non ci è stato detto per non mandarci nel panico?

Capisco che in questa situazione di emergenza, qualora ci fosse un nuovo focolaio e venisse detto, si aumenterebbe la psicosi.
Tuttavia, credo anche che con la verità, le persone, capirebbero di più che cosa sta accadendo e si allarmerebbero di meno.
Pertanto, cari media e politici o chi per voi…date informazioni più utili, giuste e veritiere.
Perché si…secondo me ci avete allarmato troppo e inutilmente, ma ci state nascondendo ancora molto su questo coronavirus.

 

#StaywithPaciok

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.